Guest Blogger: Sara Ferrari

[testo di Sara Ferrari]

Disegnare per il fuoco, disegnare intorno al fuoco

Pochi giorni fa sono stata in Toscana come tutor per un laboratorio di progettazione con una scuola di design; l’ultima sera, a sorpresa, gli studenti sono stati bendati e portati lungo un percorso nel bosco, fino ad arrivare vicino ad un piccolo laghetto. Di fianco, circondato da palle di fieno, c’era un grande falò. Riscaldava così tanto da non riuscire ad avvicinarvisi. Tutta la serata si è svolta lì, intorno a quel falò. C’era chi lo guardava in silenzio, chi cercava di andarci vicino e chi si allontanava. Il fuoco per me è, così come l’acqua, una delle cose più belle con cui si possa avere a che fare. Ti ipnotizzano allo stesso modo. È una meraviglia della natura, uno di quei “progetti” di per sé già perfetti che l’uomo ha scoperto e reso proprio, utilizzandolo come strumento per migliorare la propria vita.

il fuoco è da sempre
strumento di convivialità

Forse per le funzioni a cui risponde, il riscaldare, l’illuminare e il cuocere, il fuoco, oltre a rendere la nostra vita più facile, è da sempre strumento di convivialità, sia dentro che fuori casa. La prima cosa che viene in mente quando si immagina di disegnare per il fuoco, è puntare subito alle progettazione di un suo “contenitore”, di quell’oggetto dove il fuoco prenderà vita, dove sarà racchiuso. E sicuramente succederà, un contenitore verrà disegnato, visto che una fiamma libera in casa non ci può stare.

Mi piace però pensare che il vero ruolo di un designer, quando ha a che fare con il fuoco, sia il disegnare le esperienze che gli stanno attorno. Possono essere tanti i punti di partenza per disegnare per il fuoco; si può pensare di enfatizzarne la bellezza per condividerla con gli amici, al come dedicarsi al suo calore, come usarlo per rendere una cena più interessante, come sfruttare la luce che crea o le atmosfere magiche a cui da vita. Poi, il contenitore, verrà da sé.

Il compito di noi designer
è sfruttare ed enfatizzare
quello che già il fuoco ci regala

L’avere a disposizione il fuoco come strumento per la creazione di scenari ed esperienze è una fortuna immensa ed è nostro compito sfruttare ed enfatizzare al meglio quello che già il fuoco ci regala. Mi è capitato una sola volta di “disegnare per il fuoco”. Mi è stato chiesto dall’azienda italiana Olimpia Splendid di disegnare una nuova stufa a pellet. Quindi, nel mio caso, il contenitore era quasi già praticamente deciso: una stufa. I limiti tecnici erano molti, in quanto tutti gli elementi funzionali interni esistevano già, ma poco ha importato. Per me era importante disegnare un nuovo modo di dare valore al fuoco. Forma ed estetica del contenitore sarebbero stati presi in considerazione in un secondo momento, come risposta ad un obiettivo che andasse ben oltre ad un esercizio di stile. Con l’intento di riavvicinare le persone al fuoco e al suo calore è nata Mia, un elemento d’arredo che riscalda, un’isola attrezzata dedicata alla cura del fuoco. Mia è nata pensando a quello che la sua presenza, insieme a quella del fuoco, avrebbe rappresentato all’interno di una casa.

Quando si disegna un oggetto, si stanno già, inevitabilmente, anche disegnando tutte le esperienze che l’utilizzo di quell’oggetto genererà. Che si stia parlando di disegnare per il fuoco o per altro… come si può non prendere questo aspetto così importante in considerazione?
[luglio 2015]


Sara_FerrariSara Ferrari
Frequentati gli studi al Machina Institute si trasferisce a Londra dove nel 2009 fonda Sara Ferrari Design. Avviate diverse collaborazioni con aziende di arredo, nel 2013 inizia un progetto di ricerca sul tema “Design and Emotions” presso l’Università Tecnica di Delft insieme all’attività di insegnamento. Tra i premi ricevuti: Red Dot Design Award, Good Design Award, Young & Design e Zanotta – Cristalplant Design Contest. Vive e lavora a Milano.


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

[ People ]
Annunci

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in People, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...