ISCRIZIONE AL PRIZE X 2021 DI FIRE OBSERVER

INFO E ISCRIZIONE AL PRIZE X 2021 DI FIRE OBSERVER
 ATTENZIONE: ISCRIZIONI APERTE FINO AL 16 LUGLIO 2021 

Il blog FIRE OBSERVER | Danilo Premoli compie 10 anni e li festeggia promuovendo e organizzando il PRIZE X 2021 aperto alle aziende espositrici di Progetto Fuoco – partner di PRIZE X 2021 – che possono concorrere al Premio candidando 1 o 2 prodotti del proprio catalogo.

Pubblicato in Accessori, Barbecue, Biocamini, Caldaie, Caminetti, Cucine a legna, Hot News, People, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Aperta in laguna la XVII Biennale di Architettura

[dal nostro inviato speciale Alessandro Colombo]

A suggellare la fine (si spera) di un lungo periodo di reclusione pandemica, rotto, invero, dalla coraggiosa mostra Le Muse inquiete e dalla Biennale cinema lo scorso anno, la Biennale Architettura segna il ritorno a Venezia del grande pubblico, anche internazionale, e ha dato il via a dei fine settimana nei quali la quantità di persone che hanno assiepato campi e calli ha quasi eguagliato quelle abituali prima del lockdown.
Acclarato questo doveroso riconoscimento e registrato un dato di fatto cosa possiamo vedere fra Giardini e Arsenale, non senza qualche significativo evento in città? Una Biennale pensata due anni fa e messa in scena oggi. Di per sé questo non significherebbe nulla se la rassegna pensata allora non fosse che l’epilogo di un processo in corso da tempo e che il disastro pandemico ha solo cristallizzato, rendendolo un main stream che non sembra portare molte novità e risposte alla precisa domanda How We Will Live Togheter?

Come vivremo insieme? quesito oggi cruciale, sembra così una domanda retorica o, ancor meglio, una domanda che raccoglie a sua volta una miriade di quesiti che fotografano una situazione a mille facce accomunate da una prognosi infausta. La morte del pianeta e della specie umana (già celebrata nella XXII Triennale di Milano che, almeno, forniva soluzioni per una dolce dipartita) diventa qui affaire dove gli architetti e l’architettura hanno poco a che fare, se non comparire al massimo come colpevoli che si premurano di trovare qualche palliativo in attesa che il pianeta veda l’avvento di una nuova specie dominante (minerale?).

La mostra di Hashim Sarkis, preclaro esponente del pensiero che soffia da oltre oceano su una Europa tutto sommato incerta, si impegna a documentare la domanda iniziale con una serie di sezioni tematiche che allegri tendalini variopinti scandiscono nel sempre affascinante spazio delle corderie dell’Arsenale e nel sempre orfano (del Paese ospitante) padiglione centrale ai Giardini. Una modalità espressiva, sostanzialmente basata sull’installazione come strumento di indagine e denuncia, che fa sempre di più assomigliare questa Biennale di Architettura a quella d’Arte, che si articola in cinque sezioni, tre all’Arsenale: Among Diverse Beings, As one Planet, As new Households, due ai Giardini: As Emerging Communities e Across Borders.

La chiave di lettura si muove fra ecologia e antropologia, fra sistemi e cultura, in una relazione tra corpi, spazi, protesi e biologia, che fanno trionfare api, funghi, terre, terricci, muffe e alghe che sembrano prendere, in molte installazioni, il sopravvento su una specie umana e animale ormai in procinto di lasciare il passo al mondo vegetale/minerale, se non addirittura a qualche comunità ultraterrena. L’adattamento e la convivenza coi microbi, non sono solo una lezione tratta dalla pandemia, ma una chiave di alleanza con la natura oltre la sfera dell’umano.

La confusione allegramente(?) imprecisa di “Future Assembly”, cuore della mostra sulla terrazza interna del Padiglione centrale ai Giardini, comunica un’improvvisazione allestitiva e grafica che non rende giustizia all’Antropocene, pur sempre il grande imputato di questa Biennale (e del main stream del pensiero occidentale contemporaneo). A questo punto ci aspetterebbe di vedere presentata la capacità del progetto di dare risposte alle emergenze climatiche, umanitarie, ambientali, economiche e di sopravvivenza. Ma qui gli allestimenti, sempre molto artistici, si fanno meno chiari e meno convincenti, ripercorrendo argomenti noti ed evitando il problema del disegno degli spazi della convivenza a vantaggio delle grandi riflessioni sui sistemi e i disequilibri del mondo.

La storia cambia, e non poco, nei padiglioni nazionali. Lasciato a parte quello italiano (necessario un esame a parte per i molti aspetti che vi si sommano, anche storicamente, e che creano una sofferta divaricazione fra ricerca, di livello, e risultato comunicativo, spaziale e ambientale molto meno convincente) i commissari nazionali hanno cercato di rispondere alla domanda originale rifugiandosi nella Storia, in buon numero, utilizzando l’arma dell’installazione a tema, con alterni risultati, o anche scegliendo il vuoto come risposta assoluta. La Storia è porto sicuro e permette di tornare, senza sentirsi in colpa, alle buone pratiche del passato illustrando metodiche costruttive virtuose, per lo più basate sull’utilizzo del legno, grande protagonista quest’anno. Non si può non notare l’epopea del Baloon Frame statunitense, anche perché una struttura in scala 1 a 1 si erge davanti al padiglione (e quasi sembra una divisione col mondo) e una deliziosa rassegna di modellini rigorosamente in legno popola l’interno; la delicatezza del padiglione finlandese che documenta i sistemi costruttivi a cavallo della seconda guerra mondiale dei quali l’architettura ospitante di Alvar Aalto è pezzo di bravura; la documentazione storica della Grecia, ben ordinata in una sorta di accumulazione di calendari pret-a-porter; il laboratorio modello del Belgio, manuale di architettura declinato con l’uso del pannello ricomposto in tutte le sue forme. Sul fronte installativo la instagrammatissima Spagna (l’uso di fogli di carta per costruire lo spazio e narrare la condizione umana è estremamente efficace) e l’Olanda, raffinato labirinto di grafica di diretta derivazione moderna e colorata, tengono alte le sorti del vecchio continente, mentre Israele mette in scena un racconto fra terra, latte e miele, che ti seduce con l’uso del lamierino per un grande modello di una stalla perfetta da una parte, per un casellario da obitorio per l’osservazione autoptica della specie dall’altra. L’installazione è più familiare in Danimarca, dove l’acqua piovana diventa tisana per i fortunati visitatori del sistema a ciclo continuo, trionfo di tubi, serbatoi, teli; efficacemente visiva nelle video installazioni della Francia; coloratamente artificiale nei giardini di delizie che l’Inghilterra vorrebbe ispirati da Bosch.

In città, al contrario, il padiglione di Taiwan punta sul nero ottico per portare la riflessione sugli spazi di comunità e meditazione per l’uomo calato nella natura. Il ricordato tema del vuoto si pone come l’alfa e l’omega della narrazione di questa Biennale. La Russia appare sorprendentemente vuota, ma subito si capisce che il vuoto presenta un ottimo restauro di un’architettura che ora è pronta per raccontare, mostrare, comunicare nelle prossime edizioni. La Germania è, al contrario, ideologicamente vuota, scandendo lo spazio in bolli maglia tre metri: un metro per me, un metro per te, un metro fra noi due, e cedendo ad un abbaglio, di origine pandemica, che vuole il mondo rappresentabile in un QR code, o meglio in molti QR code che dovrebbero indurci ad entrare in una dimensione virtuale con prognosi positiva al 2038 e, invece, ci confermano che nulla può sostituire lo spazio reale e l’esperienza che ne possiamo trarre percorrendolo e godendone.

Come sempre una Biennale da visitare e sulla quale riflettere, portandosi però al seguito una progettualità costruttiva per provare a trovare soluzioni per il futuro prossimo.

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: Hot News ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Hot News, People, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Presentato l’ADI Design Index 2020

Anche l’ADI Design Index 2020, come di consueto, raccoglie i prodotti che parteciperanno al Premio Compasso d’Oro, il più prestigioso riconoscimento della qualità produttiva e delle eccellenze del design italiano. La selezione annuale viene condotta da una commissione di esperti, incaricati di individuare quei prodotti che si distinguono per originalità e innovazione, per i processi di produzione adottati, per i materiali utilizzati e per la sintesi formale.
Il volume 2020 è dedicato alla produzione 2019, che concorrerà all’edizione 2022 del Compasso d’Oro, con la presentazione del presidente ADI Luciano Galimberti e testi introduttivi firmati da Umberto Cabini, presidente Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro, Maria Porro, presidente di Assarredo, Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia, Domenico Sturabotti, direttore di Symbola, i presidenti delle Delegazioni Territoriali ADI e dal Comitato scientifico di coordinamento dell’Osservatorio permanente del Design ADI, responsabile della selezione, di cui fanno parte: Carlo Martino, Marco Pietrosante, Danilo Premoli, Ambrogio Rossari, Francesco Zurlo.

cover_ADI_Design_Index_2020A cura di ADI
ADI Design Index 2020
ADIper Edizioni, Milano, 2021
Isbn 9788894372397
→ acquista online sul sito ADI

Tra i selezionati:


Kalon
Graft

design
Lorenzo Damiani


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: ADI ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Hot News, People, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

I più letti, i più cliccati #13

  • Innovazione e resilienza: i percorsi dell’industria italiana (11/5/2021) - L’obiettivo della strategia di crescita denominata Green Deal for Europe intende rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico zero al mondo entro il 2050 e, al contempo, fare sì che il suo sistema produttivo e sociale sia protagonista di … Continua a leggere
  • I vincitori del XXVI Compasso d’Oro ADI (15/9/2020) - Per la prima volta nei nuovissimi spazi dell’ADI Design Museum (che apriranno ufficialmente nel dicembre 2020) e in una piazza milanese che porta il nome del Compasso d’Oro, si è tenuta la premiazione del più importante riconoscimento del design italiano. … Continua a leggere
  • Il New European Bauhaus spiegato da Ursula Von der Leyen (23/2/2021) - “Voglio che Next Generation EU dia il via a un’ondata di rinnovamento europeo e renda la nostra Unione leader nell’economia circolare. Ma questo non è solo un progetto ambientale o economico: deve essere un nuovo progetto culturale per l’Europa. Il … Continua a leggere
  • MCZ Group selezionato dal CNR (16/2/2021) - Il CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche ha approvato l’innovativo progetto di ricerca presentato da MCZ Group insieme all’Università di Udine. La proposta, dal titolo “Studio e sviluppo dei sistemi di controllo per stufe mantenendo un basso impatto ecologico e aumentando … Continua a leggere
  • Riccardo Gallo: Industria, Italia (20/10/2020) - Industria, Italia (pdf online) Ce la faremo se saremo intraprendenti a cura di Riccardo Gallo   Sapienza Università Editrice, 2020 pp. 370 Isbn 9788893771535 Dalla prefazione del volume, a firma Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore, Sapienza Università di Roma: “Questo volume … Continua a leggere

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: economia ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Caminetti, Hot News, People, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Focus Prodotto della Settimana: Imar centralina controllo termocamino [21/W21]

 
 Focus Prodotto della Settimana: Imar centralina controllo termocamino 

BE INSPIRED:
→ Focus Prodotto della Settimana: Imar centralina controllo termocamino


POWERED BY:

→ Observer Network

 RACCOLTA FOCUS PRODOTTO DELLA SETTIMANA 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: accessori ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Accessori, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Focus Prodotto della Settimana: Amagabeli Portable Fire Pit [21/W20]

 
 Focus Prodotto della Settimana: Amagabeli Portable Fire Pit 

BE INSPIRED:
→ Focus Prodotto della Settimana: Amagabeli Portable Fire Pit


POWERED BY:

→ Observer Network

 RACCOLTA FOCUS PRODOTTO DELLA SETTIMANA 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: barbecue ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Barbecue, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Innovazione e resilienza: i percorsi dell’industria italiana

L’obiettivo della strategia di crescita denominata Green Deal for Europe intende rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico zero al mondo entro il 2050 e, al contempo, fare sì che il suo sistema produttivo e sociale sia protagonista di questa rivoluzione ambientale ed energetica. Per realizzarlo si ritiene indispensabile mobilitare la ricerca e promuovere l’innovazione, così da favorire lo sviluppo e il consolidamento della capacità tecnologica detenuta dalle imprese europee.
Il potenziamento della ricerca e dell’innovazione è pervasivo e riguarda tutti gli ambiti di intervento previsti dal Green Deal: la trasformazione dei processi produttivi, l’efficienza energetica e lo sviluppo di forme di energia alternative e integrate, l’economia circolare, la mobilità sostenibile e intelligente, l’edilizia sostenibile, le città a impatto zero, la produzione e il consumo alimentare, la tutela del territorio e della biodiversità (v. grafico).

Il Green Deal rappresenta quindi la cornice istituzionale entro cui, già da questo anno, trovano definizione le politiche europee e nazionali di stimolo agli investimenti pubblici e privati, comprese quelle che, in risposta alla crisi economica prodotta dalla pandemia, la Commissione europea ha lanciato la scorsa estate con il piano Next Generation Europe. Esso costituisce il più importante driver di sviluppo e trasformazione industriale del prossimo futuro per le aziende europee, anche nell’ottica del rilancio dell’attività produttiva dopo la recessione economica del 2020 la cui fine è ancora incerta a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria.

→ Leggi il rapporto completo a cura del Centro Studi Confindustria (pdf, 125 pagine).

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: economia ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Hot News, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Fire Observer Newsletter #35 aprile 2021

FIRE_newsletter_header_2016_ridLeggi online e scarica gratuitamente la Newsletter aprile 2021Tweet this
 → Archivio Newsletter 

Il New European Bauhaus spiegato da Ursula Von der Leyen 
“Voglio che Next Generation EU dia il via a un’ondata di rinnovamento europeo e renda la nostra Unione leader nell’economia circolare. Ma questo…”
→ Continua a leggere



Da leggere nel Web #08 
Letture online da non perdere. Enjoy!…
→ Continua a leggere



MCZ Group selezionato dal CNR 
Il CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche ha approvato l’innovativo progetto di ricerca presentato da MCZ Group insieme all’Università di Udine. La proposta, dal titolo “Studio e sviluppo dei sistemi di controllo per stufe…
→ Continua a leggere



FOCUS



FIRE OBSERVER È MEDIA PARTNER DI PROGETTO FUOCO

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: Hot News ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Accessori, Barbecue, Caminetti, Hot News, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Focus Prodotto della Settimana: European Home See-Through Gas [21/W17]

 
 Focus Prodotto della Settimana: European Home See-Through Gas 

BE INSPIRED:
→ Focus Prodotto della Settimana: European Home See-Through Gas


POWERED BY:

→ Observer Network

 RACCOLTA FOCUS PRODOTTO DELLA SETTIMANA 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: fireplaces ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Caminetti, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Focus Prodotto della Settimana: Custom Fireplace Design Vita [21/W16]

 
 Focus Prodotto della Settimana: Custom Fireplace Design Vita 

BE INSPIRED:
→ Focus Prodotto della Settimana: Custom Fireplace Design Vita


POWERED BY:

→ Observer Network

 RACCOLTA FOCUS PRODOTTO DELLA SETTIMANA 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: fireplaces ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Caminetti, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento