I più letti, i più cliccati #02

[ ADI ]
  • Il design che non c’è - Il tema della XXI Triennale “Design After Design” ha indotto l’ADI ad abbandonare (momentaneamente) le celebrazioni del design, per invitare i milanesi e chiunque si trovi in città durante il periodo della manifestazione a denunciare, attraverso fotografie scattate con i … Continua a leggere
  • Milano Design Week 2016: 10+3 appuntamenti da non perdere - Milano Design Week 2016: 10+3 appuntamenti da non perdere selezionati da Observer Network | Danilo Premoli → ADI “Le vie del Compasso d’Oro” Alla scoperta dei progetti selezionati nel corso di oltre sessant’anni di vita del premio Compasso d’Oro. Tra … Continua a leggere
  • Progetto Fuoco 2016: premiati i vincitori del concorso - Sabato 27 febbraio 2016 a Verona, negli spazi fieristici di Progetto Fuoco 2016, mostra biennale internazionale dedicata agli impianti e alle attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna, è avvenuta la premiazione dei vincitori del … Continua a leggere
  • Al via la decima edizione di Progetto Fuoco - Punto di riferimento e appuntamento obbligato per il comparto del riscaldamento a legna, Progetto Fuoco festeggia la decima edizione in programma dal 24 al 28 febbraio 2016, organizzata da Piemmeti SpA nel quartiere fieristico di Verona. La manifestazione ha avuto … Continua a leggere
  • Fire Observer newsletter #12 gennaio 2016 - Le newsletter di Fire Observer vengono inviate gratuitamente a una mailing list di: architetti, interior designer, space planner, studi di progettazione, general contractor, aziende. Fire Observer ha attivato un nuovo e utile servizio “SEGUI IL BLOG VIA EMAIL”: per restare … Continua a leggere
[ pellet ]
  • I più letti, i più cliccati #01 - [ risparmio energetico ] [ legna ] [ interior design ]  → Fire Observer: I più letti, i più cliccati  This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License Lascia un commento
  • Fire Observer newsletter #15 luglio 2016 - Le newsletter di Fire Observer vengono inviate gratuitamente a una mailing list di: architetti, interior designer, space planner, studi di progettazione, general contractor, aziende. Fire Observer ha attivato un nuovo e utile servizio “SEGUI IL BLOG VIA EMAIL”: per restare … Continua a leggere
  • La combustione: economie e rispetto dell’ambiente - A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.  → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco  Vedi anche: → Decalogo per il corretto uso della legna → Riscaldarsi con il pellet. … Continua a leggere
  • Riscaldarsi con il pellet. Parte 2 di 2 - Domande e risposte sul pellet. A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.  → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco  → Riscaldarsi con il pellet. Parte 1 di 2 Cosa … Continua a leggere
  • Riscaldarsi con il pellet. Parte 1 di 2 - Domande e risposte sul pellet. A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.  → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco  Che cosa è il pellet? Il pellet è un combustibile … Continua a leggere
[ accessori ]
  • Fire Observer newsletter #14 maggio 2016 - Le newsletter di Fire Observer vengono inviate gratuitamente a una mailing list di: architetti, interior designer, space planner, studi di progettazione, general contractor, aziende. Fire Observer ha attivato un nuovo e utile servizio “SEGUI IL BLOG VIA EMAIL”: per restare … Continua a leggere
  • Il fuoco alimenta la musica - Fuoco e musica: due elementi potenti ed emozionali che trovano una perfetta sintesi in Pelty, il primo diffusore acustico bluetooth al mondo in grado di riprodurre tracce sonore con il solo potere del calore. Nato da un’idea di una giovane … Continua a leggere
  • Fire Observer newsletter #09 luglio 2015 - Le newsletter mensili di Fire Observer vengono inviate agli oltre 85.000 nominativi iscritti alla mailing list di Infoprogetto.it: architetti, interior designer, studi di progettazione, space planner, general contractor. Puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta gli estratti dei nuovi … Continua a leggere
  • La danza del fuoco - Tre giovani danesi: Markus Buch, Matt Ward e Christian Fisker hanno progettato e realizzato il prototipo di The Sound Torch, un altoparlante sul quale il fuoco, alimentato a gas, “balla” al ritmo delle canzoni che vengono riprodotte. Così ogni volta … Continua a leggere
  • Termostato di design - Disegnato da Philippe Starck, il termostato di Netatmo, società francese specializzata in prodotti di elettronica di consumo, consente all’utente di controllare il riscaldamento sia attraverso i dispositivi mobili (smartphone e tablet) che il Pc o il Mac. Può essere impostato … Continua a leggere

 → Fire Observer: I più letti, i più cliccati 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

Pubblicato in Accessori, Caldaie, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

I più letti, i più cliccati #01

[ risparmio energetico ]
  • Al via la decima edizione di Progetto Fuoco - Punto di riferimento e appuntamento obbligato per il comparto del riscaldamento a legna, Progetto Fuoco festeggia la decima edizione in programma dal 24 al 28 febbraio 2016, organizzata da Piemmeti SpA nel quartiere fieristico di Verona. La manifestazione ha avuto … Continua a leggere
  • Produzione Made in Italy, domanda internazionale - Apre i battenti mercoledì 24 febbraio 2016 Progetto Fuoco e lo fa confermandone il carattere di spiccata internazionalizzazione, eccellente occasione di contatto per i produttori italiani con operatori di ogni parte del mondo. Ado Rebuli, presidente di Piemmeti spa, segreteria … Continua a leggere
  • Fire Observer newsletter #08 maggio 2015 - Le newsletter mensili di Fire Observer vengono inviate agli oltre 85.000 nominativi iscritti alla mailing list di Infoprogetto.it: architetti, interior designer, studi di progettazione, space planner, general contractor. Puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta gli estratti dei nuovi … Continua a leggere
  • I 4 saloni di Progetto Fuoco 2016 - La manifestazione biennale veronese rappresenta una proposta espositiva, come in nessun’altra fiera, di tutto ciò che concerne gli impianti e le attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna. La qualità e il rigore dell’offerta espositiva … Continua a leggere
  • Fire Observer newsletter #06 gennaio 2015 - Le newsletter mensili di Fire Observer vengono inviate agli oltre 85.000 nominativi iscritti alla mailing list di Infoprogetto.it: architetti, interior designer, studi di progettazione, space planner, general contractor. Puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta gli estratti dei nuovi … Continua a leggere
[ legna ]
  • Fire Observer newsletter #15 luglio 2016 - Le newsletter di Fire Observer vengono inviate gratuitamente a una mailing list di: architetti, interior designer, space planner, studi di progettazione, general contractor, aziende. Fire Observer ha attivato un nuovo e utile servizio “SEGUI IL BLOG VIA EMAIL”: per restare … Continua a leggere
  • La combustione: economie e rispetto dell’ambiente - A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.  → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco  Vedi anche: → Decalogo per il corretto uso della legna → Riscaldarsi con il pellet. … Continua a leggere
  • Decalogo per il corretto uso della legna - A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.  → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco  Vedi anche: → Riscaldarsi con il pellet. Parte 1 di 2 → Riscaldarsi con il … Continua a leggere
  • Il fuoco che illumina - Maisonfire srl è importatore esclusivo per l’Italia delle stufe Cera Design, azienda leader in Germania. La stufa-caminetto a legna Faro è disponibile nei colori: moca, nero, grigio, cor-ten, bianco. La lastra di vetro da 180°, bombata e a filo, consente … Continua a leggere
  • Fire Observer newsletter #14 maggio 2016 - Le newsletter di Fire Observer vengono inviate gratuitamente a una mailing list di: architetti, interior designer, space planner, studi di progettazione, general contractor, aziende. Fire Observer ha attivato un nuovo e utile servizio “SEGUI IL BLOG VIA EMAIL”: per restare … Continua a leggere
[ interior design ]
  • Fire Observer newsletter #15 luglio 2016 - Le newsletter di Fire Observer vengono inviate gratuitamente a una mailing list di: architetti, interior designer, space planner, studi di progettazione, general contractor, aziende. Fire Observer ha attivato un nuovo e utile servizio “SEGUI IL BLOG VIA EMAIL”: per restare … Continua a leggere
  • La lava a portata di mano - Vanixa Italian Home Flame, azienda che propone innovativi complementi d’arredo ispirati al concetto emozionale del fuoco, presenta La Vela di Colombo, nuovo arredo effetto lava. Sintesi di linee curve orizzontali e verticali, di giochi di spessore che fanno sembrare l’oggetto … Continua a leggere
  • Non uno ma due i colori per il 2016 - Per il 2016 Pantone ha annunciato che i colori saranno due: #13-1520 Rose Quartz e #15-3919 Serenity. Nel video del canale Modern Wall Street le (non sempre auspicabili ma) prevedibili ricadute sul design. Pantone 2015 Pantone 2014 Pantone 2013 This … Continua a leggere
  • Fire Observer newsletter #11 novembre 2015 - Le newsletter mensili di Fire Observer vengono inviate agli oltre 85.000 nominativi iscritti alla mailing list di Infoprogetto.it: architetti, interior designer, studi di progettazione, space planner, general contractor. Puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta gli estratti dei nuovi … Continua a leggere
  • Guest Blogger: Davide Vercelli - [dal nostro inviato speciale al Cersaie 2015] Devo, vorrei, raccontare l’esperienza progettuale e umana di Cer-Stile, evento annuale e mostra cultural/commerciale di Cersaie 2015. Ho io stesso difficoltà a classificare ed esporre senza ricorrere a circonlocuzioni quello che il nostro … Continua a leggere

 → Fire Observer: I più letti, i più cliccati 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

Pubblicato in Caminetti, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Intorno al fuoco

cover_Intorno_al_fuocoGiorgio Milone, Carla Milone
Intorno al fuoco
Viaggio tra cibi e cucine nel mondo
Priuli & Verlucca, 2016
pp. 208, ill. colori, 28×21,5 cm
cartonato con sovraccoperta
euro 25,00
Isbn 978-88-8068-693-4

Situazioni domestiche o collettive nelle quali si trasforma il cibo cuocendolo, e lo si gusta. Uno sguardo che recupera, quasi con l’attenzione di un antropologo, gesti ancestrali che si ripetono oggi come mille anni fa secondo medesimi codici e rituali. Sfogliando il libro si avrà l’impressione di compiere un viaggio attorno al mondo, quasi sentendo le fragranze di spezie, il profumo del pane cotto nella sabbia e ci si perderà tra i vapori delle cucine dei monasteri o tra le luci che filtrano attraverso le tende dei nomadi dell’Africa o della Siberia.

→ Fire Observer Libri

→ Fire Observer su aNobiisegui Fire Observer su aNobii

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ fuoco ]
Pubblicato in Hot News, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Fire Observer newsletter #15 luglio 2016

FIRE_newsletter_header_2016_rid

Leggi online e scarica gratuitamenteTweet this (pdf 180 KB)
Fire Observer newsletter #15 luglio 2016

Si parla di:
Aiel, Alessandro Russo, barbecue, caldaie, caminetti, Cera Design, Conto Termico, Coro, CrystalPlant, design, ecopellet, fireplaces, gas, Glammfire, interior design, lava, legna, maisonFire, Mont-Export, Oikos Fragrances, outdoor, outdoor design, pellet, Progetto Fuoco, riscaldamento, Stefano Gallizioli, stufe, termostufe, Vanixa.

 → Archivio Fire Observer newsletter 

Le newsletter di Fire Observer vengono inviate gratuitamente a una mailing list di: architetti, interior designer, space planner, studi di progettazione, general contractor, aziende.

Fire Observer ha attivato un nuovo e utile servizio “SEGUI IL BLOG VIA EMAIL”: per restare aggiornati sul settore “intorno al fuoco” è possibile ricevere gratuitamente in anteprima direttamente nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta solo compilare con il proprio indirizzo email il form al link seguente follow Fire Observer.


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ Progetto Fuoco ]
[ design ]
[ risparmio energetico ]

Pubblicato in Hot News, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La combustione: economie e rispetto dell’ambiente

A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.

 → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco 

Vedi anche:
→ Decalogo per il corretto uso della legna
→ Riscaldarsi con il pellet. Parte 1 di 2
→ Riscaldarsi con il pellet. Parte 2 di 2

La combustione: economie e rispetto dell’ambiente
L’Italia spende ogni anno oltre 60 miliardi di euro per l’approvvigionamento energetico delle fonti fossili che provengono da Paesi esteri. Il 60% dell’energia termica in Italia (80 Mtep) è prodotta con il gas naturale, il 70% di questo è acquistato da tre Paesi con situazioni geopolitiche tutt’altro che stabili: Russia, Algeria, Libia. Il pellet concorre a rendere l’Italia meno dipendente dalle fonti fossili e crea significativi livelli di risparmio per le famiglie del ceto medio-basso. L’industria nazionale di produzione ha un potenziale produttivo di circa 0,7 Mt/anno con un notevole potenziale di sviluppo grazie alle risorse forestali nazionali inutilizzate. Basti pensare che la superficie forestale italiana è più che raddoppiata in mezzo secolo e preleviamo dai nostri boschi meno del 25% dell’incremento legnoso annuo, contro il 70-80% di Austria e Germania. I boschi gestiti secondo criteri di sostenibilità contribuiscono molto di più alla protezione del clima rispetto a quelli abbandonati, poiché la valorizzazione a cascata dei prodotti legnosi nei settori industriale ed energetico consente di sostituire le materie prime fossili e minerali, quali acciaio, cemento, gas, petrolio e carbone. Un ettaro di bosco gestito è in grado mediamente di generare un risparmio 10 volte maggiore al risparmio conseguibile da una foresta abbandonata. Inoltre, ricordiamo che l’abbandono dei territori montani e collinari, che rappresentano circa i 2/3 del Paese, sono una delle principali cause del profondo dissesto idrogeologico che rappresenta una vera e propria emergenza per l’Italia, con ingentissimi danni alle comunità che abitano i luoghi più soggetti a tali fenomeni.

Il settore del pellet è particolarmente significativo per l’industria italiana, con oltre 42.000 unità lavorative impiegate annualmente, di cui oltre 20.000 direttamente coinvolte nella produzione e distribuzione del combustibile. La sola produzione di pellet ha una ricaduta occupazionale pari a 8,3 unità lavorative per milione di euro fatturato, contro 0,5 per i derivati della raffinazione del petrolio. Inoltre, l’incidenza del valore aggiunto della produzione di pellet è 7 volte superiore rispetto a quello derivante della raffinazione del petrolio (dati Istat, elaborazioni Aiel). È importante evidenziare che i produttori italiani di generatori alimentati a pellet, con oltre 22.000 unità lavorative impiegate, sono oggi leader a scala internazionale, esportando oltre il 35% in Europa e Nord America, e contribuendo al prestigio del Made in Italy nel mondo. (Valter Francescato, Aiel)

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ economia ]
Pubblicato in Hot News, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Il salotto intorno al fuoco

Glammfire_ZarzuelaZarzuela di Glammfire, distribuito da Mont-Export, è un completo sistema di arredo per accogliere e raccogliere gli amici intorno al fuoco. A legna, gas o bioetanolo, la fiamma nasce da una struttura in cemento, diametro 150 cm per 450 kg, con focolare in acciaio, mentre le panche portalegna che si dispongono intorno a corona, hanno dimensione 195x52xH42 ciascuna 82 kg, in catalogo in quattro finiture e nelle varianti cromatiche Ral. Gli accessori grill e barbecue completano l’allestimento.

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ barbecue ]
Pubblicato in Barbecue, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Io sono Cultura 2016

Io_sono_Cultura_report_2016La cultura si conferma uno dei motori trainanti dell’economia italiana e partecipa alla ripresa. Il sistema produttivo culturale e creativo fatto da imprese, PA e non profit genera 89,7 miliardi di euro e attiva altri settori dell’economia arrivando a muovere nell’insieme 249,8 miliardi, equivalenti al 17% del valore aggiunto nazionale. Un dato comprensivo del valore prodotto dalle filiere del settore, ma anche da quella parte dell’economia che beneficia di cultura e creatività e che da queste viene stimolata, a cominciare dal turismo. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull’occupazione: il solo sistema produttivo culturale e creativo dà lavoro a 1,5 milioni di persone (il 6,1% del totale degli occupati in Italia). E se nel periodo 2011/2015 la crisi si è fatta sentire incidendo in negativo su valore aggiunto e occupati del Paese, rispettivamente con il -0,1% e il -1,5%, nelle filiere culturali e creative la ricchezza è invece cresciuta dello 0,6% e gli occupati dello 0,2%. È quanto emerge dal Rapporto 2016 “Io sono cultura. L’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi” elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere.

Il trend positivo del sistema culturale è stato favorito anche dall’Art Bonus, il credito d’imposta introdotto nel 2014 e che, ad oggi, ha registrato 2.728 donazioni per 62 milioni di euro; ma soprattutto segnala un avvicinamento tra beni storico artistici e forze della società che si esprime non solo in versamenti in denaro, ma anche in impegno civico, di tempo ed energie dedicate al patrimonio culturale.

Considerando la dinamica dei settori, nel periodo 2011-2015, le performance più rilevanti sono quelle connesse al design (+10,8% per valore aggiunto e +13,8% per occupazione), alle produzioni creative-driven (+5,4% per valore aggiunto e +1,4% per occupazione), al videogame (+3,7% per il valore aggiunto e +1% per occupazione), alla musica (+3,0% per valore aggiunto).

→ Leggi il “Rapporto Io sono Cultura 2016” (pdf).
→ Leggi il “Rapporto Io sono Cultura 2015” (pdf).

→ Info Symbola Fondazione per le qualità italiane.

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ cultura ]
Pubblicato in Hot News, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Decalogo per il corretto uso della legna

A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.

 → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco 

Vedi anche:
→ Riscaldarsi con il pellet. Parte 1 di 2
→ Riscaldarsi con il pellet. Parte 2 di 2

La legna appena tagliata contiene circa il 50% di acqua (contenuto idrico M50) e quindi non è adatta all’immediato impiego in stufa o caldaia. È necessario stagionarla o essiccarla, affinché raggiunga un tenore idrico inferiore al 20%, valore ottimale per la combustione. Un elevato contenuto idrico riduce il potere calorifico della legna e il rendimento del generatore, aumentando le emissioni. Per le specie a legno duro (faggio, quercia, carpino, frassino, castagno) è raccomandabile che l’essiccazione all’aria aperta duri uno o due anni, a seconda delle condizioni climatiche e l’ubicazione della catasta. Per le specie a legno tenero (abete, pino, larice, robinia, betulla) possono bastare 9-12 mesi.

Decalogo per il corretto uso della legna

  • 1. Usare solo legna secca, con un contenuto idrico inferiore al 20%
  • 2. Usare ciocchi di legna di lunghezza tale da lasciare un certo spazio tra la legna e le pareti laterali della camera di combustione
  • 3. Usare legna di dimensioni uniformi, spaccata piuttosto che tonda (es. circonferenza 20 cm = 9 cm diametro)
  • 4. Accendere il fuoco con accensione dall’alto con l’impiego di stecchette secche disposte a castelletto e con appositi accendi fuoco
  • 5. Favorire l’immissione di aria comburente nella fase di accensione
  • 6. Introdurre ciocchi di legna più grossi solo dopo la formazione di un bel letto di braci
  • 7. Caricare il focolare con piccole quantità di legna, senza sovraccaricarlo
  • 8. Variare la quantità di calore preferibilmente con la quantità di legna della carica piuttosto che attraverso la regolazione dell’aria
  • 9. Tenere sempre ben chiusa la porta dell’apparecchio
  • 10. Stoccare la quantità di legna giornaliera possibilmente in ambiente riscaldato

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ legna ]
Pubblicato in Caldaie, Caminetti, Hot News, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

La lava a portata di mano

Vanixa_VelaVanixa Italian Home Flame, azienda che propone innovativi complementi d’arredo ispirati al concetto emozionale del fuoco, presenta La Vela di Colombo, nuovo arredo effetto lava. Sintesi di linee curve orizzontali e verticali, di giochi di spessore che fanno sembrare l’oggetto sospeso da terra come una vela gonfiata dal vento, è realizzata in CrystalPlant con Nicos International, firmata da Alessandro Russo, designer e cofondatore di Vanixa. Il braciere ha un sistema di luci che genera l’effetto lava, con un riflesso che lo mette virtualmente in movimento. La Vela di Colombo è prodotta interamente in Italia e può avere personalizzazioni decorative interne su richiesta, oppure restare nel suo colore originario bianco, capace di catturare l’attenzione con le sue finiture. Il braciere, oltre all’effetto luminoso e in movimento, può offrire a richiesta effetto calore tattile, diffusore di essenze (in collaborazione con Oikos Fragrances), crepitio sonoro, per diventare multisensoriale anche in aree hospitality.

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ interior design ]
Pubblicato in Caminetti, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Riscaldarsi con il pellet. Parte 2 di 2

Domande e risposte sul pellet. A cura di Aiel Associazione Italiana Energie Agroforestali. Documento distribuito in occasione di Progetto Fuoco 2016.

 → Fire Observer è Media Partner di Progetto Fuoco 

→ Riscaldarsi con il pellet. Parte 1 di 2

Cosa deve avere una stufa a pellet di qualità?
• Certificazione in base alla UNI EN 14785
• Marcatura CE e dichiarazione di prestazione (DoP)
• Funzionamento automatico, programmabile e potenza regolabile
• Elevati rendimenti e basse emissioni

Ci sono alcuni consigli per installare correttamente la stufa?
• Evita sempre il fai-da-te
• Rivolgiti solo a un installatore abilitato dalla Camera di Commercio (DM 37/2008) e che abbia seguito dei corsi di qualificazione per gli impianti a biomassa. In questo modo l’installazione sarà fatta alla regola dell’arte, seguendo le norme tecniche di riferimento
• Chiedi sempre all’installatore il rilascio della “Dichiarazione di conformità” anche quando fai eseguire solo il risanamento o il rifacimento del camino
• Controlla che una volta montato il camino l’installatore fissi in modo visibile la “Placca camino”

Cosa devo fare per essere sicuro che la stufa duri a lungo e funzioni bene?
• Pulisci il braciere da eventuali residui e svuota il contenitore della cenere tutti i giorni. Servono solo 5 minuti
• A fine o inizio stagione fai fare una pulizia sia della stufa sia del camino da parte di un installatore/manutentore
• Usa solo pellet di qualità certificata

CONSIGLIO
Hai una casa singola e molto spazio?
Valuta l’acquisto di una caldaia!

Come posso essere sicuro della qualità del pellet?
L’unico elemento per essere sicuri della qualità del pellet è la certificazione. ENplus è la certificazione di riferimento a livello internazionale e il pellet ENplus è l’unico controllato lungo tutta la filiera, dalla materia prima fino alla consegna al consumatore finale. Grazie ad un sistema trasparente e rigoroso, il pellet ENplus è prodotto con la stessa qualità (chimica, fisica ed energetica) in tutti i Paesi.

Perché è vantaggioso usare il pellet?
• Perché si mantiene l’aria pulita con minori emissioni di gas serra
• Perché si usa una fonte di energia rinnovabile
• Perché si può risparmiare sia per il riscaldamento sia per produrre acqua calda sanitaria

Sul sacco di pellet che sto comprando c’è solo il marchio ENplus, senza nessun codice. Cosa vuol dire?
Quasi sicuramente il pellet non è certificato e il marchio è contraffatto.

Come faccio a riconoscere il pellet certificato?
Quando si acquista, è importante ritrovare sul sacco il marchio di certificazione e il numero dell’azienda certificata.

Ma i numeri riportati sul sacco cosa vogliono dire?
Servono per capire la qualità del prodotto e tutte le informazioni devono essere riportate in italiano anche se il pellet viene da un altro paese.

Se ho una caldaia, che garanzie devo avere?
Il pellet ENplus può essere consegnato solo ed esclusivamente da autobotti certificate in possesso di un loro numero identificativo assegnato dall’organismo di certificazione. Un’autobotte certificata garantisce che:
• il pellet è realmente certificato ENplus
• ci siano le dotazioni tecniche per un corretto conferimento
• è utilizzata solo per portare pellet certificato e nessun altro materiale
• il personale è competente, qualificato e consapevole degli aspetti che possono influire sulla qualità
• l’operatore verifica che il deposito abbia le condizioni idonee e preleva un campione significativo di pellet

CONSIGLIO
Compra il pellet in primavera o in estate. Costa meno!

Si dicono tante cose sul pellet. Cosa è VERO e cosa è FALSO.

Il pellet a volte ha uno strano odore. Per caso ci sono colle o vernici?
FALSO. Per poter essere venduto, il pellet deve essere prodotto con materia prima (segatura e trucioli) assolutamente vergine e non trattata chimicamente, né con vernici né con collanti (Dlgs 152/2006). Anche il legno post-consumo è vietato. Durante il processo di lavorazione, si raggiungono temperature elevate che portano alla fusione della lignina, una sostanza naturalmente presente nel legno che funge da collante naturale.

Devo acquistare solo pellet austriaco o pellet chiaro perché quello di altri paesi o scuro è di bassa qualità.
FALSO. La provenienza geografica e il colore del pellet non sono di per sé sinonimo di qualità. L’unico modo per essere sicuri di ciò che acquistate è che il pellet sia certificato. La certificazione di riferimento a livello internazionale è ENplus l’unica che offre qualità, tracciabilità e trasparenza lungo tutta la filiera, dal reperimento della materia prima fino alla consegna al consumatore finale.

Per riconoscere un pellet di qualità, nel sacco non deve esserci segatura.
VERO. La presenza di poca polvere di legno all’interno del sacchetto indica un pellet di buona qualità. Per quello certificato non è ammessa una quantità superiore all’1% di polveri.

Se continuiamo a usare tutto questo pellet per scaldarci, non avremo più boschi?
FALSO. L’aumento della domanda di biomassa per il riscaldamento aiuta in realtà il settore forestale a garantire una corretta manutenzione e gestione del bosco. In Italia le foreste coprono oltre 10 milioni di ettari, e spesso sono abbandonate e mal gestite. Infatti, solo il 24% della quota di nuovo legno che gli alberi producono annualmente viene prelevato.

Il prezzo del pellet sta aumentando e sarà sempre più difficile trovarlo.
FALSO. Come tutti i combustibili anche il prezzo del pellet è soggetto a un leggero rialzo che è minimo se raffrontato a quello dei combustibili fossili, come gasolio o metano, nei confronti dei quali il pellet resta conveniente. Per la difficoltà di reperirlo si può stare tranquilli, grazie all’aumento costante di nuovi produttori e importatori.

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ pellet ]
Pubblicato in Caldaie, Caminetti, Hot News, Stufe, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento